e-Commerce

L’espressione commercio elettronico, in inglese e-Commerce (anche eCommerce), può indicare diversi concetti:

può riferirsi all’insieme delle transazioni per la commercializzazione di beni e servizi tra produttore (offerta) e consumatore (domanda), realizzate tramite Internet;
nell’industria delle telecomunicazioni, si può altresì intendere il commercio elettronico come l’insieme delle applicazioni dedicate alle transazioni commerciali.
un’ulteriore definizione descrive il commercio elettronico come l’insieme della comunicazione e della gestione di attività commerciali attraverso modalità elettroniche, come l’EDI (Electronic Data Interchange) e con sistemi automatizzati di raccolta dati.

Tipologie di commercio elettronico

Esistono diversi tipi di commercio elettronico a seconda della modalità di transazione:

Business to Business (B2B)
Business to Consumer (B2C)
Business to Employee (B2E)
Business to Government (B2G), detto anche Business to Administration (B2A)
Business to Machines (B2M)
Business to Manager (B2M)
Consumer to Business (C2B)
Consumer to Consumer (С2C)
Citizen to Government (C2G), detto anche Consumer to Administration (C2A)
Government to Business (G2B)
Government to Citizen (G2C)
Government to Employees (G2E)
Government to Government (G2G)
Manager to Consumer (M2C)
Peer to Peer (P2P)

[Fonte: Wikipedia]

Drop Ship

Per Drop Ship (anche conosciuto come drop shipping o dropshipping ) si intende un modello di vendita grazie al quale il venditore vende un prodotto ad un utente finale, senza possederlo materialmente nel proprio magazzino.

Il venditore, effettuata la vendita, trasmetterà l’ordine al fornitore che in questo caso viene chiamato “dropshipper”, il quale spedirà il prodotto direttamente all’utente finale.

In questo modo, il venditore si preoccupa esclusivamente della pubblicizzazione dei prodotti, senza le relative incombenze legate ai processi di imballaggio e spedizione che invece sono a cura del fornitore.

Vantaggi per il venditore

  • Possibilità di crearsi un’attività di vendita senza necessità di investire capitali.
  • Non necessita di magazzini o dipendenti.
  • Può vendere sia personalmente che attraverso siti internet di commercio elettronico o di aste online.

Vantaggi per il dropshipper

  • Aumento della propria rete vendita.
  • Maggiore capillarità di penetrazione dei mercati sia tradizionali che online.

Drop Ship ed aste online

Il sistema di vendita in “Drop Ship”, nato in America più di dieci anni fa, si è maggiormente diffuso anche grazie alla crescita di siti di aste online, che hanno permesso a migliaia di venditori che operano su siti come eBay di proporre quotidianamente i prodotti messi a disposizione dai DropShipper, sui loro negozi virtuali, guadagnando la differenza di prezzo tra il costo del DropShipper ed il prezzo di vendita finale effettuata online.

[Fonte: Wikipedia]